Nuova destinazione per mons. Nicola Girasoli. Sarà Nunzio Apostolico nell’area Caraibica

Il Santo Padre Papa Benedetto XVI ha nominato S.E.R. Mons. Nicola Girasoli (ruvese di nascita e finora Nunzio Apostolico in Zambia e Malawi), Nunzio Apostolico in Antigua e Barbuda, Bahamas, Dominica, Giamaica, Granada, Repubblica Cooperativistica della Guyana, Saint Kittis e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Granadine, Suriname.

Inoltre è stato nominato Delegato Apostolico nelle Antille e precisamente per Martinique, Guadeloupe, Guyana Francese, Curaçao, Saint Martin, Bermuda, Cayman Islans, Turks and Caicos.

Nuova residenza di Mons. Girasoli sarà in Trinidad e Tobago (capitale Port of Spain).

La Nunziatura della Regione Caraibica risulta essere una delle sedi diplomatiche del Vaticano più estese per territorio e numero di Stati, con una giurisdizione su circa 30 diocesi. La presenza dei cattolici in questi Stati è molto elevata, anche se sono zone che risentono molto della secolarizzazione ormai dilagante e di una diminuzione del numero di vocazioni.

In molte di queste Isole-Stato, accanto ad un fenomeno turistico sempre crescente c’é anche molta povertà che si concentra specialmente tra la popolazione afro-americana.

Dopo circa 6 anni strascorsi con abnegazione e passione tra le genti di Zambia e Malawi, Mons. Girasoli dovrebbe lasciare la Nunziatura di Lusaka subito dopo Natale per raggiungere la nuova sede nel gennaio 2012.

Questo nuovo incarico che la Santa Sede assegna a Mons. Girasoli premia l’impegno intenso e costante che don Nicola ha avuto in oltre 30 anni di sacerdozio (di cui 25 anni di Servizio Diplomatico e quasi 6 anni di Episcopato) al servizio della Chiesa e delle popolazioni più disagiate del pianeta.

Con Mons. Nicola Girasoli la Nunziatura di Zambia e Malawi è stata protagonista non solo nel campo della diplomazia, ma anche e soprattutto è stata protagonista di molti interventi concreti verso popolazioni che vivono situazioni di disagio quotidiano. Interventi e aiuti sono stati portati nei centri per malati terminali di AIDS (Hospices di Mtendere, di Chilanga e di Lusaka). Molta attenzione Mons. Girasoli ha dedicato ai più piccoli, ai giovani e ai carcerati: interventi per Orfanotrofi, Centri per ragazze a rischio, realizzazioni di microprogetti nel Carcere Centrale di Kabwata e nella Ramand Prison di Lusaka. Nel campo puramente ecclesiale ricordiamo la costruzione di nuove parrocchie e gli interventi per nuove sedi di associazioni cattoliche.

[da Ruvodipugliaweb.it]

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Domenica 30 Ottobre la Processione di Maria S.S. del Rosario. L'itinerario. Successivo Le foto della Processione della Madonna del Rosario.