Nuova amministrazione per la Confraternita di San Rocco

La Chiesa di San Rocco

Lo scorso 26 novembre 2012 nella chiesa di San Rocco, sede dell’omonima Confraternita, alla presenza del Padre Spirituale Mons. Vincenzo Pellegrini, si è riunita l’Assemblea dei Confratelli per procedere all’elezione del Consiglio Direttivo per il prossimo triennio. Dallo scrutinio sono risultati eletti: Prof. Salvatorelli Simone Priore; Caldarola Vincenzo 1 assistente; Pompeo Di Puppo 2 assistente.

Senza titoloGli eletti nel triennio 2013-2015, dunque, accettato l’incarico e dopo aver avuto la conferma dall’Ordinario Diocesano, hanno prestato giuramento attraverso un particolare rito svoltosi lo scorso 13 gennaio durante la celebrazione eucaristica del Battesimo del Signore, alla presenza di autorità civili, dei confratelli di San Rocco e delle associate alla Madonna del Buon Consiglio, venerata nella stessa chiesa. Il nuovo Priore, il Prof. Salvatorelli Simone, succede a Caldarola Cosimo Damiano, che ha guidato interrottamente per 6 anni la Congrega “di San Rocco”.

Tante le iniziative realizzate dalla precedente amministrazione. L’ultima in ordine di tempo: nel dicembre 2012 è stato realizzato un dipinto caratteristico nella nicchia ove è riposta la statua della Deposizione meglio conosciuta come “degli Otto Santi”, mentre nell’ anno 2010, si è proceduti al restauro della cappella cimiteriale confraternale che versava in uno stato di degrado parziale.

Non molto recente, nell’ottobre 2011 è stata inaugurata una vetrata artistica raffigurante la statua degli Otto Santi; e non per ultimo in ordine di importanza la realizzazione della quarta edizione del presepe vivente che anima il centro storico della nostra città nel periodo natalizio facendo rivivere in ciascun visitatore l’atmosfera natalizia di un tempo, sicuramente più semplice ma più sentita di oggi, lasciando raccontare ai protagonisti alcuni mestieri antichi che purtroppo stanno scomparendo.

Cogliamo l’occasione per porgere i migliori auguri alla nuova Amministrazione sicuri di una lunga e proficua collaborazione.

Foto di Enzo Paparella. Testo a cura di Giuseppe Altamura

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Dal 15 al 24 gennaio a Ruvo la mostra didattica "Conosci don Tonino" Successivo Presentazione del libro "Culto, devozione e immagine di S.Antonio" in diocesi