Festa patronale dell’Ottavario del Corpus Domini: le origini della festa nella tradizione orale

Secondo una tradizione orale, tramandata nei secoli seppur non supportata da alcun documento scritto, l’istituzione della processione dell’Ottavario del Corpus Domini è opera del conte di Ruvo Carafa nel lontano XVI secolo, probabilmente sotto l’episcopato del Vescovo De Mirto.

La tradizione racconta che al ritorno da una battuta di caccia in contrada “Parco del Conte”, il signorotto entrò in paese nel momento in cui si stava snodando la processione del Corpus Domini, interrompendola e creando scompiglio tra i presenti. La popolazione, sdegnata per il gesto, iniziò ad inveire contro il Conte che rischiò perfino il linciaggio.

Durante questi momenti concitati avvenne il prodigio: il cavallo del Conte, al passaggio del SS. Sacramento, si prostrò, inginocchiandosi. Il Conte, visto ciò, decise di ripetere la processione in modo più sfarzoso otto giorni dopo (di qui il nome Ottavario) offrendosi di reggere l’ombrello durante le benedizioni. La processione si tenne e sfarzose furono le celebrazioni con le benedizioni sugli altari allestiti nei pressi delle quattro porte della Città: Porta Castello, attuale Piazza Matteotti, Porta Nuova, nei pressi della Chiesa del Purgatorio, Porta Noè, attuale Piazza Bovio, Porta del Buccettolo, nei pressi della Chiesa di S. Giacomo al Corso e in Piazza Menotti Garibaldi, nei pressi della Torre dell’Orologio.

La tradizione, negli anni ’40 del 900, fu raccolta dal parroco di S. Giacomo al Corso, Don Francesco Caldarola senior.

Nel 1939 venne, infatti, affidata al pittore Mario Prayer la creazione di alcune tempere da collocare nella chiesa di San Giacomo al Corso dedicate all’istituzione dell’Ottavario del Corpus Domini. La prima, quella relativa al cosiddetto “miracolo del Corpus Domini” sembra ambientata nel ‘300-‘400, mentre la seconda, che illustra il conte nell’atto di mantenere l’ombrello si collocherebbe nell’800, forse a rimarcare la promessa mantenuta nel corso dei secoli. Il pittore, che lavorava con la mano sinistra essendo privo della destra (come ricorda don Vincenzo Pellicani, all’epoca giovanissimo chierichetto), le realizzò tutte nello stesso anno, preparandosi così alla sua opera più significativa, ovvero i dipinti nella Basilica di S. Maria della Cultura a Parabita (LE).

Quest’anno, dopo alcuni anni di riduzione, si tornerà a festeggiare il Corpus Domini e l’Ottavario “secondo tradizione” con la benedizione presso i quattro altari allestiti dal Comitato Feste Patronali in concorso con le Confraternite nei pressi delle quattro antiche porte.

Questo il programma predisposto per oggi, domenica 10 giugno, e per i prossimi giorni:

DOMENICA 10 GIUGNO

Ore 18.00 Cattedrale, Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal Parroco Don Salvatore Summo, con la partecipazione del coro S. M. Assunta, diretto dal Maestro Vincenzo Anselmi;

Ore 19.00 Processione del “Corpus Domini”, accompagnata dal Concerto Bandistico “N. Cassano” diretto dal Maestro Gennaro Sibilano. Itinerario: Via Cattedrale, Corso G. Jatta, Piazza Dante, Corso Cavour, Piazza Bovio, Corso Carafa, Corso Gramsci, Piazza Matteotti, Piazza Cavallotti, Corso G. Jatta, Via Cattedrale.

Benedizione degli altari lungo il percorso.

SABATO 16 GIUGNO

Piazza Matteotti ore 21,30 “EDOARDO BENNATO” in concerto, con il patrocinio dell’Amm. Comunale in collaborazione con: VISICCHIO COSTRUZIONI; STUDIO BLU; NATURE HOUSE; MONDO CASA; RISTORANTE “ESCARGOT”; VECCHIO MULINO; CALDAROLA LEGNAMI; CALDAROLA ELETTRODOMESTICI; GRUPPO CAMPANALE;

DOMENICA 17 GIUGNO: OTTAVARIO DEL CORPUS DOMINI

Ore 8.00 Contrada Pantano, diana

Ore 10,00 giro per le vie della città del Gran Concerto Bandistico “città di Gioia del Colle” diretto dal Maestro Giuseppe Carbonara, a seguire in Piazza Matteotti MATINE’ MUSICALE;

ore 18.00 Cattedrale Messa Pontificale presieduta da S. E. Mons. Luigi Martella nostro Vescovo, coro S. M. Assunta, diretto dal Maestro Vincenzo Anselmi, a seguire: Processione dell’”OTTAVARIO DEL CORPUS DOMINI” con il Gran Concerto Bandistico “Città di Gioia del Colle”;

ITINERARIO: Via Cattedrale, Corso G. Jatta, Piazza Dante, Corso Cavour, Piazza Bovio, Corso Carafa, Corso Gramsci, Piazza Matteotti Solenne Benedizione, (lancio di pallone aerostatico offerto dall’Amministrazione Comunale), Piazza Cavallotti, Corso G. Jatta, Via Cattedrale. Lungo il percorso, benedizione degli altari.

ore 21,30 Piazza Matteotti: Concerto musicale lirico-ritmico-sinfonico del GRAN CONCERTO BANDISTICO “CITTA’ DI GIOIA DEL COLLE” diretto dal Maestro Giuseppe CARBONARA.

ore 23,30 contrada Pantano, Spettacolo pirotecnico a cura della Ditta PONTE di Ruvo di Puglia .

LUNEDI 18 GIUGNO

ore 18,00 Cattedrale Processione “Cuore di Gesu’ “ accompagnata dal Concerto Bandistico “B. Giandonato” diretto dal Maestro Rocco Di Rella. ITINERARIO: Via Cattedrale, Corso G. Jatta, Piazza Dante,Corso Cavour, Piazza Bovio, Corso Carafa, Corso Gramsci, Piazza Matteotti, Piazza F. Cavallotti, Corso G. Jatta, Via Cattedrale.

Ore 19,30 celebrazione Eucaristica presieduta da Don Salvatore Summo Parroco della Cattedrale e Direttore della Guardia d’Onore al S. Cuore, con la partecipazione del coro S. M. Assunta.

Ore 20,45 Piazza Matteotti PROIEZIONE SU MAXISCHERMO dell’incontro di calcio ITALIA-IRLANDA a seguire, spettacolo musicale con la Cover-Band di “LAURA PAUSINI”, offerto da ASCOM e Ass. E.A.T.

LUMINARIE ARTISTICHE CIPRIANI Città di Terlizzi

ADDOBBI FLOREALI GREEN TECNIC e C.A.M.A. FLOR Ruvo di Puglia

PALLONI AEROSTATICI Biagio DI RELLA

ADDOBBI E PARAMENTI ALTARI a cura di:

ARCICONFRATERNITA “MADONNA DEL CARMINE”;

CONFRATERNITA “MARIA SANTISSIMA DEL SUFFRAGIO”;

CONFRATERNITA “PURIFICAZIONE ADDOLORATA”;

Con la collaborazione di: DI PUPPO GIUSEPPE, RICCHIUTI NUNZIA

DIRETTA STREAMING QUI

Print Friendly, PDF & Email
Precedente La Festa dell’Ottavario “vista” dai ruvesi nel mondo in diretta streaming Successivo Ruvo e il Sacro Cuore di Gesù. Cenni storici sul centro locale della Guardia d'onore.