Donna de Paradiso. La lauda di Jacopone da Todi in scena a Ruvo per la Settimana Santa 2012

L’associazione NOIXVOI con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale Assessorato alla Cultura e con l’Ascom Confcommercio, in collaborazione con la Casa di Riposo Maria Maddalena Spada, la Confraternita Opera Pia San Rocco e l’associazione Teatrale-Culturale “B. Minafra” presenta : “Donna de Paradiso”, una lauda drammatica di Iacopone da Todi (1230-1306).

L’opera presenta la tormentata esperienza mistica dell’autore che compone la vicenda sacra della passione e morte di Cristo, dandogli una forma drammatica embrionale, in cui le voci che si alternano hanno una propria consistenza creando “veri” personaggi pur se ridotti all’essenziale.

La protagonista della Lauda è la Madonna, come dire il lato umano del dramma, che dolorosamente si confronta con il mistero della Divina Passione. E’ a Lei che si rivolgono i personaggi del dramma, compreso lo stesso figlio morente di una mamma terrena.

Senza nulla togliere al racconto del Vangelo e senza modificare la potenza religiosa della morte dell’uomo-Dio, Iacopone riesce a mantenere vivo il cielo, a “incarnarlo”, a renderlo vicino, comprensibile, accettabile nel suo mistero dell’uomo comune. Per questo il testo così crudelmente umano e inequivocabilmente religioso tende a legare l’uomo e il divino in un doppio filo, sinonimo di un rapporto di necessità reciproca.

La Lauda ha una grande rilevanza storico-linguistica per il particolare uso del volgare: si alterna un registro basso (il cosiddetto sermo cotidianus) per i personaggi Maria e Gesù, a un registro colto e latineggiante per la folla e il nunzio.

Gli “attori” sono i ragazzi dell’Associazione NOIXVOI che cercano di calcare le scene unendo ad impegno e serietà testimonianza interiore e creatività.

La ricerca del testo, la scelta delle musiche e della scenografia, ad opera del regista Michele Pellicani, mirano a creare i presupposti per offrire agli spettatori momenti di forte riflessione sul dramma della Croce e sul messaggio di speranza e di solidarietà che ne può derivare.

Una rappresentazione che trascende dai canoni liturgici e tradizionali, ma è intrisa di emozioni. Rappresentazione sacra altamente suggestiva e ricca di spontanea e attuale religiosità, che il nucleo degli attori presentano attraverso una vicenda umana e religiosa tutta da vivere.

Due le rappresentazioni, la prima si terrà il 25 Marzo alle ore 19,30 presso la Casa di Riposo Maria Maddalena Spada e la seconda il 4 Aprile alle ore 19,45 sul Sagrato della Chiesa di San Rocco dove a seguire si terrà a cura dell’orchestra dei fiati “Amici di San Rocco” il concerto “Note di Passione”, musiche di Antonio e Alessandro Amenduni, R. Bartolucci, A. Vella, A. Cece e G. Sibilano, a dirigere sarà il maestro Simone Salvatorelli.

Durante il corso della serata saranno proiettate le foto partecipanti alle precedenti due edizioni di “Un click sulla tua Settimana Santa”.

Teresa Fiore

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Il San Giuseppe della Cattedrale Successivo Festa dell'Annunziata. Note sulla Chiesa del Centro Storico di Ruvo